Teoria e Tecniche di Musica Elettronica
 
Questa sezione è dedicata alla sintesi del suono. Attraverso il calcolatore elettronico (se vi piace di più, lo possiamo chiamare pc!), siamo in grado di ricreare timbri musicali di un certo interesse. Va detto che la teoria sarà affrontata in forma molto generale poiché il livello matematico richiede una preparazione abbastanza approfondita.
 
Di sicuro i programmi più popolari dedicati alla musica e alla sintesi del suono in uso oggi sono rappresentati dai compilatori a diagramma a blocchi dotati di interfacce grafiche. Questo consente al compositore di costruire degli strumenti mediante la visualizzazione di oggetti grafici sui monitor dei computer e disegnare delle connessioni tra gli oggetti. La visualizzazione del risultato grafico è molto congeniale al musicista. Un’utente inesperto può disegnare un semplice strumento quasi istantaneamente. In questo modo può imparare rapidamente come implementare strumenti molto più complessi. Inoltre è possibile intuire come lavorano strumenti complessi osservandone i componenti grafici.
 
Il primo programma dotato di un compilatore grafico, Max, è stato sviluppato da Miller Puckette (http://crca.ucsd.edu/~msp) nel 1988. Max trattava solo segnali di controllo per la sintesi musicale, poiché la disponibilità di calcolo in quegli anni era abbastanza ridotta. Una volta incrementato il potere di calcolo, i computer cominciano a utilizzare la sintesi in tempo reale per i segnali musicali, allora Puckette e David Zicarelli hanno aggiunto MSP a Max (Max/MSP) rendendo così il computer, solitamente un laptop, uno strumento musicale completo, capace di eseguire anche una performance dal vivo.
 
Lo sviluppo di Max/MSP (http://cycling74.com/) è stato portato avanti da Puckette e Zicarelli all’IRCAM (http://www.ircam.fr/) nel periodo tra il 1993 e il 1994. Entrambi si sono trasferiti in California. Zicarelli si occupa della commercializzazione e vendita di Max, MSP, e JITTER (un’estensione per la sintesi video) come prodotti. Puckette, ora professore all’UCSD, ha scritto Pd (http://puredata.info/), un programma di pubblico dominio molto simile a Max/MSP.
Max e Pd consentono quasi a chiunque, di sintetizzare timbri interessanti quasi istantaneamente. Per riuscire a sintetizzare timbri più complessi e di non facile implementazione, si richiede un livello teorico di conoscenza maggiore, soprattutto per quanto riguarda la matematica. La teoria è importante per ogni programma di sintesi. Questo corso mette a disposizione esempi in abbondanza, applicando la teoria direttamente in ambiente Pd.
 
 
Dati Puri
domenica 7 luglio 2013
Coming Soon!